MENU

Paddle e Beach Tennis

Logo Paddle FIT
Il campo da Paddle
foto paddle 1
beach

Il Paddle è un gioco divertente e amichevole, che può essere praticato da persone di diversa età, sesso, condizioni tecniche e fisiche, e - componente non di poco conto - richiede un minimo di spesa.
E’ una disciplina vantaggiosa per tutti gli sportivi: può essere un motivo di divertimento e può essere anche semplicemente un’occasione di incontro e di “ritrovo”; può diventare nello stesso tempo una valida attività motoria senza movimenti aggressivi per tenersi in forma; può essere un'attività praticata da tutta la famiglia; può essere gratificante in termini di risultati sportivi.
I campi sono sia all'aperto che indoors.
Si tratta di una disciplina che può meglio essere descritta come una combinazione di molti sport di racchetta. Ha infatti elementi appartenenti al tennis, allo squash, al racquetball.
Le regole sono basicamente quelle del tennis.
La racchetta è una "pagaia" solida e forata tale da renderla più leggera, la cui lunghezza massima non supera i 45,50 cm, mentre le palle, secondo la consistenza e le dimensioni approvate dalla FIGP, sono le stesse del tennis.
Il paddle è particolarmente adatto come gioco di doppio, in un campo dalle dimensioni chiaramente inferiori a quelle del tennis (la lunghezza non supera i 20 m mentre la larghezza è pari a 10 m).
Il campo, come per il tennis, è diviso da una rete che segna la così detta “metà campo”.
In ognuno dei lati di fondo dell’area di gioco viene sollevata una parete a forma di “U”, creata da un frontone posteriore e da due mezzi muri laterali. Questi muri possono essere di cristallo o di altro materiale trasparente per consentirne la visione di gioco, ed offrono la dovuta consistenza per far sì che la palla rimbalzi contro di questi in maniera regolare ed uniforme.
Un telo o una maglia metallica chiudono i lati che saranno rimasti scoperti, tale da racchiudere il campo completamente. Almeno in uno dei laterali ci sono due porte o aperture, di 2 m di altezza e 90 cm di larghezza.
Ad entrambi i lati della rete si segnano le linee di servizio o di battuta.
Il pavimento è di cemento, di materiale sintetico o altro, secondo le norme accettate dalla Commissione Tecnica Federale. (scopri le caratteristiche tecniche dei campi)


Il Beach Tennis moderno fonda le sue radici intorno agli anni 70, sulle spiagge delle coste italiane. Si cominciò con il gioco dei racchettoni sulla spiaggia, da tutti ben conosciuto, ovviamente senza regole alcune ne tanto meno campi delimitati da righe e/o reti. Già questo fu sufficiente ad attrarre un gran numero di simpatizzanti (chi non ha un paio di racchettoni di legno?). Si organizzarono competizioni, con regole e caratteristiche diverse da luogo a luogo ma senza avere delle regole univoche.
Fu solo nel 1996 che nacque il vero beach tennis, con campi di dimensioni 16x8 e con una rete divisoria alta 170 cm. Le regole, a meno di piccole variazioni, sono quelle del tennis, compreso il punteggio, ma si gioca solo al volo e questo lo rende più simile al beach volley. Nel 2003 la FIT organizza le prime manifestazioni di beach tennis prevalentemente in Emilia Romagna, dove nasce, e nel Lazio.
Nel 2005 viene costituito il primo Comitato Nazionale del Beach Tennis con l'obiettivo di sviluppare lo sport sul territorio nazionale. Nasce anche il primo circuito nazionale di eventi ed in parallelo lo sviluppo delle regole del gioco e dei settori collegati. Vengono svolti i primi campionati italiani individuali e a squadre proprio nel 2005 e negli anni successivi dal 2007 i Campionati Europei e Mondiali con l'Italia protagonista a livello organizzativo con il triennio 2009-2011 durante gli Internazionali d'Italia di Tennis con 3 edizioni dei campionati mondiali. Nel giro di pochi anni la diffusione nazionale ed internazionale diventa sempre più capillare con il coinvolgimento della Federazione Internazionale del Tennis (ITF) attraverso la regolamentazione a livello globale e l'organizzazione di tornei internazionali in oltre 50 nazioni del mondo.
Oggi il Beach Tennis ha in calendario numerose manifestazioni, come i Campionati Mondiali a Squadre, i Campionati Europei, i Mondiali Individuali, oltre tutte le competizioni internazionali e nazionali. L'obiettivo primario è quello di far diventare il "beach tennis" sport Olimpico, in quanto esso è già molto praticato in tutto il mondo.
L'organizzazione Il Beach Tennis è una costola della Federazione Italiana Tennis, pur mantenendo una sua individualità all' interno della stessa. Presidente e Consiglio Federale sono dunque gli stessi della FIT, ma ci sono un coordinatore nazionale e un comitato specializzati. In ogni regione è presente un fiduciario regionale ed in alcuni casi anche dei fiduciari provinciali.
L'attività e le manifestazioni Oggi si svolgono diversi tornei di interesse Internazionale, Nazionale, Regionale, Locale, di Club, etc, prevalentemente nel periodo estivo in stabilimenti balneari dislocati su tutto il territorio nazionale ed in strutture indoor durante il periodo ottobre-marzo, l'attività di conseguenza è svolta durante tutto l'anno. (Beach Tennis FIT)


Classifica Femminile- Beach Tennis 2017

Classifica Maschile- Beach Tennis 2017

+39 3387721712